Streeteat

Download the Streeteat app for a best experience!

24 April 2018

Food Court: la metamorfosi di Streeteat

A due giorni dalla chiusura del Salone del Mobile e della nostra Food Court possiamo dirlo: è stato un successo!

La prima esperienza di Streeteat come hub sociale e culturale, in occasione del Fuorisalone nel Brera Design District, è stata sorprendente anche per noi che l’abbiamo vissuta fin dal suo concepimento.

Oltre 20.000 le presenze all’interno della corte del liceo Parini dal 17 al 22 aprile, 6 studenti zelanti al lavoro al nostro fianco ed un continuo flusso di visitatori sempre interessati a ciò che stava accadendo intorno a loro.

Un’oasi al centro di Brera, per riposarsi dalla calca del Fuorisalone, ristorarsi grazie ai nostri truck e all’angolo bar sempre attivi e ammirare le opere di arte e design di Nicola Filia, Baldessari&Baldessari, Stefano Dedé, Paolo GiordanoEnrico Mortigliengo e Valentina Guido.

A fare da contrappunto culturale e momento di gradito intrattenimento,  gli attori del Menù della Poesia, con le loro performance à la carte, apprezzatissime da tutti gli astanti che si sono visti recitare all’impronta poesie di ogni stile e periodo storico, con passione e simpatia.

Ma non è finita qui. La Food Court di Streeteat, infatti, è stata anche il primo banco di prova del progetto Truck CuCù – Cucine e Culture (ideato da Streeteat in collaborazione con Milano Sei L’Altro/Fondazione Cariplo, Chico Mendes AltromercatoCuochi a Colori di Associazione Arcobaleno e M’ama Food Cooperativa Farsi Prossimo).
Una prova superata a pieni voti, con un record di incassi per la pausa pranzo in soli due soli giorni di attività!
Abbiamo così dato modo a tutti di conoscere e degustare la cucina mediorientale e indonesiana delle “cuoche per un giorno” di CuCù ed avere, contemporaneamente, un assaggio della loro cultura.

Non dimentichiamo, infine, che il progetto CuCù ha preso vita a bordo di un mezzo innovativo ed ecosostenibile come il Future Trailer messo a disposizione da Tesla Destination Tour: un truck alimentato a pannelli fotovoltaici che nei 4 giorni dell’evento hanno potuto sfruttare l’energia del sole (che non è mancato!) per cucinare a pieno ritmo.

La metamorfosi di Streeteat è avvenuta sotto i nostri occhi nella Food Court: da app digitale e immateriale che aggrega food truck a luogo fisico e reale di incontro, esperienza e condivisione.
La soddisfazione nel vedere persone di ogni età, estrazione sociale e gusti interagire tra loro apprezzando ogni angolo della nostra corte ci ha dato la spinta e la conferma necessaria a proseguire su questa strada per diventare sempre più un contenitore di idee ed aggregatore di esperienze.

Insomma…alla prossima Food Court!